TripForum - Discussioni su viaggi indipendenti e disorganizzati

TripForum - Discussioni su viaggi indipendenti e disorganizzati

Dalla prima vacanza indipendente al vivere viaggiando
TripNetwork |  TripMagazine |  Tripluca.com |  Tripfoto.com |  TripBlog (vecchi) |  TripAustralia Forum
Oggi è dom ago 20, 2017 3:25 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento
 [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: dom set 20, 2009 10:09 pm 
Non connesso
GranTripper

Iscritto il: dom feb 10, 2008 11:30 pm
Messaggi: 118
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 0
Numero Paesi Visitati: 0
Lingue Straniere Parlate: 0
Budget Giornaliero in Euro: 0
certo che ne sono sicuro Alessandra, ho incontrato viaggiatori di tutte le nazionalità!!

ti parlo di gente che ha lasciato il proprio lavoro nel paese di origine per girovagare il mondo senza un quattrino... e ti dico di gente di provenienza familiare medio-bassa a livello economico.... quindi non ti parlo girovaghi con il portafoglio pieno tanto per intenderci ehhh :o ...

Insomma non penso che esista uno status di cittadino occidentale a cui si possano cucire addosso possibilità che altri cittadini di altri paesi non possano mai avere.. 8) :roll:

se parti con pochi o senza soldi e tanta voglia di trovare soluzioni per mantenerti si parte tutti a lo stesso livello e con le medesime possibilità senza distinzioni del paese di appartenenza..

" ce vuole poco, che ce vo?!" :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun set 21, 2009 9:57 am 
Non connesso
Tripper

Iscritto il: ven mar 18, 2005 3:02 pm
Messaggi: 66
Località: Milano
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 0
Numero Paesi Visitati: 44
Lingue Straniere Parlate: 3
Budget Giornaliero in Euro: 0
Paesi più visitati: Sud America
di fatto sono solo gli occidentali che possono permettersi di viaggiare per lunghi periodi; qui di seguito alcuni motivi

1 si recano in paesi del "terzo mondo" molto più economici del proprio
2 semplicemente lavorando in paesi ricchi per parecchi mesi o vendendo una macchina o affittando una casa si possono racimolare i soldi sufficienti per viaggiare parecchi mesi
3 hanno un sistema di welfare state (sussidi di disoccupazione) che garantisce comunque un minimo di protezione al ritorno.
4 i cittadini di paesi poveri di fatto non possono viaggiare in molti paesi (problemi di visto, permessi), restrizioni quasi non presenti per cittadini di paesi occidentali. Ci sono solo alcune restrizioni ma sono facilemtne superabili.

Direi che viaggiare è un lusso riservato di fatto solo a noi occidentali.
poi eccezioni esistono, qualche viaggiatore proveniente da paesi più poveri si incontra, ma direi che rimangono pochi casi isolati.

Luca


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar set 22, 2009 1:06 am 
Non connesso
GranTripper

Iscritto il: dom feb 10, 2008 11:30 pm
Messaggi: 118
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 0
Numero Paesi Visitati: 0
Lingue Straniere Parlate: 0
Budget Giornaliero in Euro: 0
luca ha scritto:
di fatto sono solo gli occidentali che possono permettersi di viaggiare per lunghi periodi; qui di seguito alcuni motivi

1 si recano in paesi del "terzo mondo" molto più economici del proprio
2 semplicemente lavorando in paesi ricchi per parecchi mesi o vendendo una macchina o affittando una casa si possono racimolare i soldi sufficienti per viaggiare parecchi mesi
3 hanno un sistema di welfare state (sussidi di disoccupazione) che garantisce comunque un minimo di protezione al ritorno.
4 i cittadini di paesi poveri di fatto non possono viaggiare in molti paesi (problemi di visto, permessi), restrizioni quasi non presenti per cittadini di paesi occidentali. Ci sono solo alcune restrizioni ma sono facilemtne superabili.

Direi che viaggiare è un lusso riservato di fatto solo a noi occidentali.
poi eccezioni esistono, qualche viaggiatore proveniente da paesi più poveri si incontra, ma direi che rimangono pochi casi isolati.

Luca

con tutto il rispetto.. ma non ho mai sentito delle sciocchezze del genere..

premessa:
il viaggiatore che intendo io, non è quello con i quattrini sul conto e rendite alle spalle, non è il residente che va in ferie e si trasforma in viaggiatore occidentale e sceglie di andare dove e come le pare senza nessuna arte e ne' parte...
il viaggiotore che intendo io è uno qualunque che viaggia con pochi o quasi senza soldi, o anche con una cifra di partenza modesta, questo non fa nessuna differenza
quello che fa la differenza è lo spirito libero con cui intraprende il viaggio e soprattutto il non avere soldi a rubinetto.. ma sa che i soldi prima o poi finiscono e deve inventarsi strada facendo un sistema per fare soldi..


1. il viaggiatore a prescindere dal paese di appartenenza, puo' viaggiare sia in paesi ricchi quanto il suo che piu' ricchi del suo.. e viaggia anche in paesi poveri..

2. anche il piu' sfigato di questo mondo puo' venire in un paese ricco, trovarsi un lavoro, mettere soldi da parte e andare all'avventura.. non è requisito indispensabile possedere una macchina e ne tanto meno venderla.. :lol:

3. il sistema di welfare state di un cittadino povero non ha nulla a che vedere con unapersona che decide di viaggiare.. Io che sono italiano.. non mi sembra che il mio welfare state mi dia una mano a viaggiare se non mi sbatto a trovare un sistema per fare soldi... :mrgreen: :lol: :D

4. le restrizioni facilmente superabili riservate solo per i cittadini occidentali o paesi ricchi come tu dici mi sembrano che sono cose di pura fantasia.. ovvero non esistono..

Se vai in un paese che non è tuo, dopo che ti scadono i giorni da turista, sei uno straniero come tanti altri, avrai problemi alla dogana, sarai un irregolare.. e tanto altro ancora... STIAMO PARLANDO di viaggi e di viaggiatori e non di stabilirsi in un paese... almeno :D mi sembrava.. :roll: :?:


a dimenticavo. su una cosa hai ragione... siamo veramente in pochi, direi proprio dei casi isolati riferendomi ai viaggiatori del tipo che ho descritto nella premessa.. almeno per il momento.. INSOMMA i viaggiatori che hanno il coraggio di lasciare le sicurezze e buttarsi all'avventura..
hai ragione che al giorno d'oggi siamo ancora casi isolati..(non i viaggiatori poveri, ma i viaggiatori dallo spirito libero che non si contano in base al censo..) ma di sicuro stiamo crescendo.. e internet fa la sua parte.. fra vent'anni quanti viaggiatori all'avventura in piu' ci saranno?? ...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar set 22, 2009 1:22 am 
Non connesso
SuperTripper
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 28, 2008 2:00 pm
Messaggi: 344
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 6
Numero Paesi Visitati: 32
Lingue Straniere Parlate: 1
Budget Giornaliero in Euro: 10
libero..... ma che c***o stai dicendo?????
scusa, ora ho sonno, mi spiegherò meglio domani..........

davvero pensi che nascere a Nairobi o a Torino sia la stessa cosa?


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar set 22, 2009 9:13 am 
Non connesso
Tripper

Iscritto il: gio giu 28, 2007 5:06 pm
Messaggi: 76
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 2
Numero Paesi Visitati: 26
Lingue Straniere Parlate: 1
Budget Giornaliero in Euro: 10
. non è vero che viaggiare è per tutti. Nella maggior parte dei posti poveri che ho visitato, le gente non solo non era mai uscita dal proprio paese, ma non era mai andata neanche nella capitale di quel Paese!il 90% degli etiopi che vive nei villaggi non è mai stato ad addis abeba, figurati se pensa di espatriare!anche perchè, come giustamente osservato, o parti clandestino, o rimani a casa, visto che i visti non te li rilasciano tanto facilmente. Questo vale per l'Etiopia, ma anche per vietnam, cambogia, laos, messico, e tutti gli altri paesi del terzo mondo di cui ho esperienza, diretta e indiretta. Viaggiare, anche da indipendente e squattrinato, è comunque un 'lusso' e in certi posti non si arriva neanche a concepire una cosa del genere.


@libero: il più squattrinato del mondo, come dici tu, non può proprio venirci in un Paese ricco, a meno di, ripeto, partire clandestino col gommone. Non può venirci da turista, perchè, prendo il caso dell'etiopia, perchè l'italia rilasci il visto turistico, devi dimostrare di avere un bel po' di soldi sul conto in banca, una lettera di invito da un italiano e il biglietto di ritorno.

_________________
This is your life, you only get one. You can't wait for it to just get you up on your feet.
Lose not a day.

http://dontloseaday.blogspot.com


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar set 22, 2009 11:25 am 
Non connesso
SuperTripper
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 28, 2008 2:00 pm
Messaggi: 344
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 6
Numero Paesi Visitati: 32
Lingue Straniere Parlate: 1
Budget Giornaliero in Euro: 10
Chiedo scusa per come mi sono espresso ieri sera avevo bevuto un po' troppo!! :D :D :D

Comunque come ha rimarcato wannabespaceman volevo sottolineare quanto siano diverse le condizioni di chi nasce in continenti diversi.
Non è solo questione di povertà, ma anche di istruzione, costumi locali, burocrazia


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar set 22, 2009 12:15 pm 
Non connesso
SuperTripper
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 20, 2006 8:00 pm
Messaggi: 469
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 6
Numero Paesi Visitati: 39
Lingue Straniere Parlate: 2
Budget Giornaliero in Euro: 0
Paesi più visitati: Oceania
anche io, come chi mi ha preceduto non sono d'accordo su cosa dice libero.
I cittadini di paesi poveri, di classe sociale media, non potranno mai permettersi di viaggiare come possiamo fare noi. Pensa a nascere in Indonesia e appartenere a una famiglia di ceto medio, dove li stipendi variano da 100 a 200 euro al mese, dimmi come potrebbe comprarsi un biglietto aereo per andare da qualche parte... impossibile senza l'aiuto di persone esterne.

_________________
il mio blog: http://jimmysnewlife.splinder.com
il mio numero di cell, 0420804067


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar set 22, 2009 12:20 pm 
Non connesso
SuperTripper
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 20, 2006 8:00 pm
Messaggi: 469
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 6
Numero Paesi Visitati: 39
Lingue Straniere Parlate: 2
Budget Giornaliero in Euro: 0
Paesi più visitati: Oceania
libero2008 ha scritto:
se parti con pochi o senza soldi e tanta voglia di trovare soluzioni per mantenerti si parte tutti a lo stesso livello e con le medesime possibilità senza distinzioni del paese di appartenenza..



il problema che i cittadini di MOLTI paesi non riescono nemmeno a comprarsi il cibo.. figurati a partire...

_________________
il mio blog: http://jimmysnewlife.splinder.com
il mio numero di cell, 0420804067


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar set 22, 2009 12:34 pm 
Non connesso
GranTripper

Iscritto il: mer ago 19, 2009 12:21 pm
Messaggi: 150
Località: roma
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 1
Numero Paesi Visitati: 19
Lingue Straniere Parlate: 3
Budget Giornaliero in Euro: 0
...appunto, menomale che altri hanno risposto perché a me non andava proprio l'altro giorno di mettermi a specificare tutto.
Voglio solo ribadire che, perlappunto, un ragazzo, ad esempio, etiope, se avesse 3000 euro per viaggiare a zonzo per l'asia, probabilmente con quei soldi manterrebbe la sua famiglia per un anno...

invece voglio soffermarmi, libero, sul tuo filosofeggiare di viaggi e viaggiatori. sei libero di pensarla come vuoi, ma con quello che hai detto sei caduto in pieno nella retorica quasi snob del "io sono più viaggiatore di te" (che mi ricorda tanto la vecchia diatriba "io so' più comunista de te")
come se essere più o meno viaggiatori dipendesse da quanto più tempo stai fuori o da quanto meno spendi per dormire...anzi, come se avesse senso parlare di più o meno viaggiatori...che vuol dire?

io non mi sento affatto sminuita perché viaggio nei brevi periodi delle ferie o perché preferisco spendere 12euro x una guesthouse invece che 5, per una stanza più pulita e un letto più comodo....
non mi sento "meno viaggiatrice", ma neanche più di altri, nè poco o abbastanza.
io credo che dipende solo dagli occhi, dal cuore e dallo spirito che si mette nel viaggiare, e allora vale anche il viaggio di un giorno solo; e poi comunque non c'è una regola....
e per ora concludo perché ho perso il filo del discorso :mrgreen: :mrgreen:

_________________
"Tutto quello che volevo era di andare da qualche parte, tutto quello che volevo era qualcosa di nuovo.
Niente di speciale." (Mark Twain)

http://www.cipiaceviaggiare.it


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar set 22, 2009 1:17 pm 
Non connesso
Tripper

Iscritto il: ven mar 18, 2005 3:02 pm
Messaggi: 66
Località: Milano
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 0
Numero Paesi Visitati: 44
Lingue Straniere Parlate: 3
Budget Giornaliero in Euro: 0
Paesi più visitati: Sud America
libero scusa ma non capisco in che mondo vivi?
iniziamo con una premessa, per viaggiatore definirei, spero che siate d'accordo, chiunque giri per il mondo senza aver una data specifica di ritorno per almeno qualche mese cerando di conoscere il paese che sta visitando e di immedesimarsi il più possibile nella relatà locale (andando nei ristoranti dove vanno i locali, visitando i mercati, hotel spartani usando mezzi pubblici ecc. ecc.).

da li ci sarà il viaggiatore più libero e romantico che viaggerà per anni a quello che potrà solo farlo per uno due o cinque mesi ma sepre viaggiatori saranno.

io non so chi abbia conosciuto viaggiando, io nei pochi viaggi che ho fatto ho conosciuto gente fondamentalemtne di paesi occidentali, quindi che si potevano permettere di fare quello che facevano; ragazzi che si prendevano un anno sabbatico, gente che viveva di rendita (indirettamente non lo ammetteranno mai), persone che avevano un lavoro o un'attività stagionale ne proprio paese; viaggiare costa, può costare poco o tanto, qualche migliaia di euri via bisogna averli in quanto può sempre succedere qualche imprevisto, e anche il più romantico dei viaggiatori avrà sempre qualcuno a casa che nel caso di qualche necessità potrà aiutarlo (famiglia, amici ecc).

Viaggiano o europei o australiani o americani o ricchi arabi, occidentali al 95%.
se ti prendono con il visto scaduto in argentina o in tailandia al massimo ti fanno una multa, se prendono un boliviano senza visto in Argentina o un cambogiano in Australia ti spediscono se ti va bene sul primo aereo destinazione casa.

Penso che tu viva fuori dal mondo, scicchezze le dici tu come la seguente frase che cito testualmente:

"anche il piu' sfigato di questo mondo puo' venire in un paese ricco, trovarsi un lavoro, mettere soldi da parte e andare all'avventura.. non è requisito indispensabile possedere una macchina e ne tanto meno venderla.. "

non definirei sfigati i migliaia di africani che cercano di arrivare in europa su qualche gommone, direi disperati forse più sfortunati di te (per usare un eufemismo) che non sono nati in Italia ma in Africa.

il welfere distingue i paesi ricchi da quelli poveri; qui hai la scuola, gli ospedali gratis, dei sussidi se ti licenziano, in Africa non hanno nulla; tu puoi viaggiare, un africano non può, deve mettere via soldi per mandare i figlia a scuola o per pagarsi future spese mediche. non pensa libero a fare il giro del mondo.

mi sembra di sprecare il mio tempo nel cercare di risponderti, quindi termino qui

saluti

Luca


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar set 22, 2009 2:51 pm 
Non connesso
Tripper

Iscritto il: ven apr 07, 2006 9:10 am
Messaggi: 86
Località: vicenza
viaggiatori come se piovessero...

http://www.youtube.com/watch?v=waLnBsA5jkw

que romanticismo!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer set 23, 2009 1:22 pm 
Non connesso
GranTripper

Iscritto il: dom feb 10, 2008 11:30 pm
Messaggi: 118
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 0
Numero Paesi Visitati: 0
Lingue Straniere Parlate: 0
Budget Giornaliero in Euro: 0
luca ha scritto:
libero scusa ma non capisco in che mondo vivi?



Vivo nel tuo stesso mondo per mia fortuna :)


iniziamo con una premessa, per viaggiatore definirei, spero che siate d'accordo, chiunque giri per il mondo senza aver una data specifica di ritorno per almeno qualche mese cerando di conoscere il paese che sta visitando e di immedesimarsi il più possibile nella relatà locale (andando nei ristoranti dove vanno i locali, visitando i mercati, hotel spartani usando mezzi pubblici ecc. ecc.).


da li ci sarà il viaggiatore più libero e romantico che viaggerà per anni a quello che potrà solo farlo per uno due o cinque mesi ma sepre viaggiatori saranno.

la questione della vicenda non è quella di trovare la migliore definizione per la parola “viaggiatore” , :o anche perche’ di viaggiatori come tutti sappiamo ce ne sono di diversi tipi (residente, semiresidente, 6 mesi in Italia e sei mesi in giro per il mondo, c’e’ pedro :mrgreen: , eccetera) e tutti sono validi..mentre la vicenda emersa fuori a seguito di una battuta di Alessandra è quella che segue:

il viaggiare nei nostri tempi odierni, è veramente prerogativa esclusiva e un lusso riservato solo ai cittadini di paesi ricchi?

Mia risposta:

è vero che l’accesso al viaggio è piu’ facilmente raggiungibile per cittadini di paesi economicamente piu’ avanzati

ma è anche vero che per chi decide di viaggiare all’avventura, per chi ha pochi soldi e non è ricco e non ha bambini a carico o famiglie o mogli da mantenere NON E’ ASSOLUTAMENTE VERO che è un lusso solo per cittadini occidentali… è questa la vera sciocchezza..


io non so chi abbia conosciuto viaggiando, io nei pochi viaggi che ho fatto ho conosciuto gente fondamentalemtne di paesi occidentali, quindi che si potevano permettere di fare quello che facevano; ragazzi che si prendevano un anno sabbatico, gente che viveva di rendita (indirettamente non lo ammetteranno mai), persone che avevano un lavoro o un'attività stagionale ne proprio paese; viaggiare costa, può costare poco o tanto, qualche migliaia di euri via bisogna averli in quanto può sempre succedere qualche imprevisto, e anche il più romantico dei viaggiatori avrà sempre qualcuno a casa che nel caso di qualche necessità potrà aiutarlo (famiglia, amici ecc).

SI E’ VERO , IL TRIPLUCA DI QUESTO FORUM ERA UNO DI QUELLI CON DELLE RENDITE…E QUALCUNO CHE GLI PARAVA IL CU..LO.. ma A ME NON SEMBRA, ANCHE perche’ mi risulta che TRIPLUCA HA AVUTO IL CORAGGIO DI LASCIARE TUTTE LE SIUCUREZZE, trasformandosi da ricco a povero… ed è partito con pochi soldi e ha rischiato tutto.. .

e mi risulta strano che l’esempio di tripLuca non sia servito a chiarire le idee che è possibile viaggiare con pochi o quasi senza soldi e vivere per il mondo viaggiando..

MA CHIARAMENTE questa è una PRECISA SCELTA DI VITA.. che presuppone che ci siano tutte le condizioni, e prima di quelle economiche (un po' di soldi iniziali), ci vogliono le condizioni personali giuste.. (quindi nessun’uomo con figli a carico PROBABILMENTE si mettera a fare il giro del mondo a meno che sia un irresponsabile con la I maiuscola… non vi pare?


Viaggiano o europei o australiani o americani o ricchi arabi, occidentali al 95%.
se ti prendono con il visto scaduto in argentina o in tailandia al massimo ti fanno una multa, se prendono un boliviano senza visto in Argentina o un cambogiano in Australia ti spediscono se ti va bene sul primo aereo destinazione casa.

A milano ci sono una tantissimi Peruani irregolari che vivono e lavorano qui da anni.. ma tra questi, ci sarà qualcuno libero che di mogli e bambini a carico neanche l’ombra?.. :lol: ci sara’ quello avventuriero..?E io ho conosciuto un peruano che è stato un anno in Italia… poi voleva vedere altri paesi.. ha messo i soldi assieme facendo l’idraulico.. e cosi se ne è andato in spagna… ed è un avventuriero viaggiatore… :mrgreen: [/b]

Penso che tu viva fuori dal mondo, scicchezze le dici tu come la seguente frase che cito testualmente:

"anche il piu' sfigato di questo mondo puo' venire in un paese ricco, trovarsi un lavoro, mettere soldi da parte e andare all'avventura.. non è requisito indispensabile possedere una macchina e ne tanto meno venderla.. "

non definirei sfigati i migliaia di africani che cercano di arrivare in europa su qualche gommone, direi disperati forse più sfortunati di te (per usare un eufemismo) che non sono nati in Italia ma in Africa.

MA LUCA, QUI STIAMO ANDANDO FUORI TEMA.. COSA CENTRANO I DISCORSI DEI GOMMONI, L’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA.. CON IL VIAGGIARE ?.. MI SEMBRA CHE STIAMO ANDANDO UN TANTINO FUORI TEMA.. NON CREDI? :mrgreen:


il welfare distingue i paesi ricchi da quelli poveri; qui hai la scuola, gli ospedali gratis, dei sussidi se ti licenziano, in Africa non hanno nulla; tu puoi viaggiare, un africano non può, deve mettere via soldi per mandare i figlia a scuola o per pagarsi future spese mediche. non pensa libero a fare il giro del mondo.

TI RIPETO, IL WELFARE STATE E I PROBLEMI DEL MONDO NON HANNO NULLA A CHE VEDERE CON IL DISCORSO APERTOSI CON ALESSANDRA E CON L’IPOTESI SEGUENTE:

“DECIDO DI VIAGGIARE ALL’AVVENTURA, CON POCHI SOLDI, SENZA RENDITE E LIBERO DA VINCOLI E DALLA VITA CLASSICA DEL RESIDENTE CHE HA UN LAVORO IN LOCO…



mi sembra di sprecare il mio tempo nel cercare di risponderti, quindi termino qui

saluti

Luca


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer set 23, 2009 1:41 pm 
Non connesso
GranTripper

Iscritto il: dom feb 10, 2008 11:30 pm
Messaggi: 118
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 0
Numero Paesi Visitati: 0
Lingue Straniere Parlate: 0
Budget Giornaliero in Euro: 0
alessandra.ostia ha scritto:
...appunto, menomale che altri hanno risposto perché a me non andava proprio l'altro giorno di mettermi a specificare tutto.
Voglio solo ribadire che, perlappunto, un ragazzo, ad esempio, etiope, se avesse 3000 euro per viaggiare a zonzo per l'asia, probabilmente con quei soldi manterrebbe la sua famiglia per un anno...

invece voglio soffermarmi, libero, sul tuo filosofeggiare di viaggi e viaggiatori. sei libero di pensarla come vuoi, ma con quello che hai detto sei caduto in pieno nella retorica quasi snob del "io sono più viaggiatore di te" (che mi ricorda tanto la vecchia diatriba "io so' più comunista de te")
come se essere più o meno viaggiatori dipendesse da quanto più tempo stai fuori o da quanto meno spendi per dormire...anzi, come se avesse senso parlare di più o meno viaggiatori...che vuol dire?

io non mi sento affatto sminuita perché viaggio nei brevi periodi delle ferie o perché preferisco spendere 12euro x una guesthouse invece che 5, per una stanza più pulita e un letto più comodo....
non mi sento "meno viaggiatrice", ma neanche più di altri, nè poco o abbastanza.
io credo che dipende solo dagli occhi, dal cuore e dallo spirito che si mette nel viaggiare, e allora vale anche il viaggio di un giorno solo; e poi comunque non c'è una regola....
e per ora concludo perché ho perso il filo del discorso :mrgreen: :mrgreen:


ma difatti io sono d'accordo con te.. e ti quoto quello che dici qui...

ma la questione che si dibatteva era un'altra: tu affermavi che il viaggiare per il mondo è un lusso solo per occidentali... MA IN CHE SENSO?...a che tipo di viaggiatore ti riferisci?... E ovvio che se parli di un viaggiatore ricco residente classsico che va in vacanza con le ferie e un'altro cittadino residente ma di un paese poverisssimo e anche lui di per se è poverissimo.... è chiaro che con queste condizioni il lusso di viaggiare se lo puo' permettere il cittadino del paese ricco....

E' CHIARO CHE SI E' ANDATI FUORI TEMA ....


E' CHIARO CHE CI sono sempre le eccezzioni a questo mondo e che in determinati PAESI per situazioni politiche pesanti, o paesi dittatoriali e particolarmente estremi, le cose sono piu' complicate...


Ma parlando di Paesi piu' Poveri di quelli piu' ricchi ma che abbbiano minimamente delle basi democartiche non è che tali cittadini, se liberi da vincoli e da situazioni familiari disperate, non potrebbero a priori intraprendere un viaggio in piena libertà allo stesso modo di un cittadino di un paese ricco...
Un modo per mettere un po di soldi iniziali per viaggiare lo trovi sempre..sia che appartieni a un paese povero che a uno ricco..

e inoltre qui il problema non sarebbe neanche PAESE POVERO O PAESE RICCO.. la questione sarebbe cittadino con i soldi e cittdino senza soldi, questo perche' sappiamo che in ogni paese povero esistono sempre i cittadini che i soldi li hanno... :D quindi tutto il discorso è stupido..

e poi, su questo ti direi...
... non affermiamo in questo forum aperto grazie alle idee di Tripluca che esistono tanti modi di viaggiare e che si puo' farlo anche con pochi soldi e anche non essendo necessariamente ricchi?... :mrgreen: :D scusate se mi vien da ridere..


Ultima modifica di libero2008 il mer set 23, 2009 2:21 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer set 23, 2009 2:17 pm 
Non connesso
SuperTripper
Avatar utente

Iscritto il: lun nov 20, 2006 8:00 pm
Messaggi: 469
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 6
Numero Paesi Visitati: 39
Lingue Straniere Parlate: 2
Budget Giornaliero in Euro: 0
Paesi più visitati: Oceania
libero2008 ha scritto:
non affermiamo in questo forum aperto grazie alle idee di Tripluca che esistono tanti modi di viaggiare e che si puo' farlo anche con pochi soldi e anche non essendo necessariamente ricchi?...



certo che si può viaggiare senza essere ricchi, ci mancherebbe ancora!! ma ripeto, secondo me è un discorso che vale solo per noi occidentali e per i paesi del "primo" mondo...

tu continui ad affermare che tutti, di tutti i posti del mondo possono mettersi in viaggio se ci sono le condizioni (figli, moglie ecc) anche se non hanno molti soldi.
Ho provato ad immaginarmi per esempio un ragazzo di 25 anni cambogiano, di ceto medio a cui viene l'idea di cominciare a viaggiare e vedere il mondo.
Ecco, i problemi che mi sono venuti in mente che lui dovrebbe affrontare:
1- la lingua, probabilmente appartenendo a un ceto medio conoscerà solo la sua, dato che il livello di istruzione è molto basso.
2- saprà come comprare un biglietto aereo?
3- avrà una connessione internet? saprà come usare un pc?
4- avrà la carta di credito per comprarsi il volo aereo?
5- avrà il passaporto?

questi sono solo 5 problemi che mi sono venuti in mente così di getto... questi sono solo la punta dell'iceberg... e questi non sono legati ad essere ricchi o meno, sono problemi e basta

_________________
il mio blog: http://jimmysnewlife.splinder.com
il mio numero di cell, 0420804067


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer set 23, 2009 2:32 pm 
Non connesso
GranTripper

Iscritto il: dom feb 10, 2008 11:30 pm
Messaggi: 118
Mesi in Viaggio Medi per Anno: 0
Numero Paesi Visitati: 0
Lingue Straniere Parlate: 0
Budget Giornaliero in Euro: 0
andreanord ha scritto:
libero2008 ha scritto:
non affermiamo in questo forum aperto grazie alle idee di Tripluca che esistono tanti modi di viaggiare e che si puo' farlo anche con pochi soldi e anche non essendo necessariamente ricchi?...



certo che si può viaggiare senza essere ricchi, ci mancherebbe ancora!! ma ripeto, secondo me è un discorso che vale solo per noi occidentali e per i paesi del "primo" mondo...

tu continui ad affermare che tutti, di tutti i posti del mondo possono mettersi in viaggio se ci sono le condizioni (figli, moglie ecc) anche se non hanno molti soldi.
Ho provato ad immaginarmi per esempio un ragazzo di 25 anni cambogiano, di ceto medio a cui viene l'idea di cominciare a viaggiare e vedere il mondo.
Ecco, i problemi che mi sono venuti in mente che lui dovrebbe affrontare:
1- la lingua, probabilmente appartenendo a un ceto medio conoscerà solo la sua, dato che il livello di istruzione è molto basso.
2- saprà come comprare un biglietto aereo?
3- avrà una connessione internet? saprà come usare un pc?
4- avrà la carta di credito per comprarsi il volo aereo?
5- avrà il passaporto?

questi sono solo 5 problemi che mi sono venuti in mente così di getto... questi sono solo la punta dell'iceberg... e questi non sono legati ad essere ricchi o meno, sono problemi e basta


si andrea certo, avrà i pannolini nel caso si facesse addosso ? :mrgreen: (scherzo)...

ma è tutto scontato quello che dici della necesita' di questi 5 punti... ti ripeto che i casi estremi fanno eccezione... Se tu mi dicessi che nessun cambogiano è capace di fare le cose dei 5 punti allora stiamo parlando di un paese Marziano che non fa testo nella discussione.. appunto parliamo di ECCEZIONE ALLA REGOLA...
Ma se almeno un cambogiano ci riuscirebbe in qualche modo allora torniamo a dire che tutto è possibile se lo si vuole.. anche istruirsi se si è poveri..
Io sono vissuto in una famiglia del sud veramente povera e quando andavo a scuola non avevo neanche la possibilita' di comprarmi i libri.. ma per amore dello studio trovavo i metodi per studiare...

Se per livello di povertà e cultura uno non potrebbe e ne' sentirebbe la necessita' di viaggiare in quanto la vederebbe una cosa impossibile è un'altro discorso.. è un po' come il discorso di TRIPLuca che portando le sue idee su internet ha risvegliato dal torpore gente che credeva che non si potessero fare certe... cose...

RICORDATI ANDREA che i limiti per fare le cose in questo mondo non sono di per se economiche ma soprattutto MENTALI.... se ti poni un limite mentale.. non riuscirai a fare cose che in realta' si possono fare con poco..


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it